NOMINA  – UNIVERSITA’ DI CAMERINO

Ente: UNIVERSITA’ DI CAMERINO
Gazzetta Ufficiale Numero: 40 – Emessa 19 / 05 / 2022
Regione: –
Provincia: –
Comune: –
Scadenza:

 

adv

IL DIRETTORE GENERALE
degli affari generali e delle risorse umane

Vista la legge 7 agosto 1990, n. 241 e s.m., recante «Nuove norme
in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai
documenti amministrativi»;
Vista la legge 5 febbraio 1992, n. 104, e successive
modificazioni ed integrazioni, recante «Legge quadro per
l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone
handicappate»;
Visto l’art. 1, comma 1 del decreto del presidente del Consiglio
dei ministri 7 febbraio 1994, n. 174, «Regolamento recante norme
sull’accesso dei cittadini degli Stati membri dell’Unione europea ai
posti di lavoro presso le amministrazioni pubbliche»;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994,
n. 487, concernente il «Regolamento recante norme sull’accesso agli
impieghi nelle amministrazioni e le modalita’ di svolgimento dei
concorsi, dei concorsi unici e delle altre forme di assunzione nei
pubblici impieghi» e successive modifiche ed integrazioni;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica del 28 dicembre
2000, n. 445, recante il «Testo unico delle disposizioni legislative
e regolamentari in materia di documentazione amministrativa» e
successive modifiche ed integrazioni;
Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 recante «Norme
generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle
amministrazioni pubbliche» e successive modificazioni;
Visto il decreto legislativo del 30 giugno 2003, n. 196, recante
il «Codice in materia di protezione dei dati personali» come
modificato dal decreto legislativo 10 agosto 2018, n. 101, recante
disposizioni di «adeguamento della normativa nazionale alle
disposizioni del regolamento (UE) n. 2016/679»;
Vista la legge 9 gennaio 2004, n. 4, recante «Disposizioni per
favorire e semplificare l’accesso degli utenti e, in particolare,
delle persone con disabilita’ agli strumenti informatici» ed il
relativo regolamento di attuazione, adottato con decreto del
Presidente della Repubblica 1° marzo 2005, n. 75;
Visto il decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82 e s.m., recante
il «Codice dell’amministrazione digitale»;
Visto il decreto legislativo 11 aprile 2006, n. 198, recante il
«Codice delle pari opportunita’ tra uomo e donna», a norma dell’art.
6 della legge 8 novembre 2005, n. 246;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 12 aprile 2006,
n. 184, concernente il «Regolamento recante disciplina in materia di
accesso ai documenti amministrativi»;
Visto il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’universita’ e
della ricerca di concerto con il Ministro per la pubblica
amministrazione e l’innovazione 9 luglio 2009 concernente
l’equiparazione tra classi delle lauree di cui al decreto n. 509/1999
e classi delle lauree di cui al decreto n. 270/2004, ai fini della
partecipazione ai pubblici concorsi;
Visto il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’universita’ e
della ricerca di concerto con il Ministro per la pubblica
amministrazione e l’innovazione 9 luglio 2009, in materia di
equiparazioni tra diplomi di lauree di vecchio ordinamento, lauree
specialistiche (LS) ex decreto n. 509/1999 e lauree magistrali (LM)
ex decreto n. 270/2004, ai fini della partecipazione ai pubblici
concorsi;
Visto il decreto legislativo del 27 ottobre 2009, n. 150, recante
«Attuazione della legge 4 marzo 2009, n. 15, in materia di
ottimizzazione della produttivita’ del lavoro pubblico e di
efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni»;
Visto il decreto legislativo 25 gennaio 2010, n. 5, in attuazione
della direttiva 2006/54/CE relativa al principio delle pari
opportunita’ e della parita’ di trattamento fra uomini e donne in
materia di occupazione e impiego;
Visto il decreto legislativo 25 gennaio 2010, n. 6, recante
«Riorganizzazione del Centro di formazione e studi (FORMEZ), a norma
dell’art. 24 della legge 18 giugno 2009, n. 69»;
Visto il decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66, recante
«Codice dell’ordinamento militare», e in particolare gli articoli 678
e 1014, comma 3 che prevede la riserva obbligatoria del trenta per
cento dei posti in favore dei militari congedati senza demerito;
Visto il decreto-legge 9 febbraio 2012, n. 5, recante
«Disposizioni urgenti in materia di semplificazione e di sviluppo»,
convertito con legge 4 aprile 2012, n. 35, e successive modifiche ed
integrazioni, e in particolare l’art. 8, concernente l’invio per via
telematica delle domande per la partecipazione a selezioni e concorsi
per l’assunzione nelle pubbliche amministrazioni;
Vista la normativa vigente in materia di equipollenze ed
equiparazione dei titoli di studio per l’ammissione ai concorsi
pubblici;
Visti i Contratti collettivi nazionali di lavoro vigenti –
Comparto funzioni centrali e dell’ex Comparto ministeri;
Vista la legge 19 giugno 2019, n. 56 «Interventi per la
concretezza delle azioni delle pubbliche amministrazioni e la
prevenzione dell’assenteismo»,
Visto il decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito con
modificazioni dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, e in particolare
l’art. 74, comma 7-ter, secondo cui, tra l’altro, le procedure
concorsuali sono volte a valorizzare e verificare anche il possesso
di requisiti specifici e di competenze trasversali tecniche, coerenti
con il profilo professionale da reclutare. Le predette procedure sono
svolte, ove possibile, con l’ausilio di strumentazione informatica e
con l’eventuale supporto di societa’ e professionalita’ specializzate
in materia di reclutamento e di selezione delle risorse umane;
Visto il decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, recante «Misure
urgenti in materia di salute e sostegno al lavoro e all’economia,
nonche’ di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da
COVID-19», convertito con modificazioni dalla legge 17 luglio 2020,
n. 77, e in particolare l’art. 249;
Visto il decreto-legge 1° marzo 2021, n. 22 (convertito, con
modificazioni, dalla legge 22 aprile 2021, n. 55), recante
«Disposizioni urgenti in materia di riordino delle attribuzioni dei
Ministeri», istitutivo del Ministero del turismo;
Visto, in particolare, all’art. 7, del citato decreto-legge n.
22/2021, i commi 3, 5 e 12 ed il relativo allegato – Tabella A –
recante il contingente numerico del personale assegnato al suddetto
Ministero, come sostituito dalla legge di conversione;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 20
maggio 2021, n. 102, recante «Regolamento di organizzazione del
Ministero del turismo, degli uffici di diretta collaborazione del
Ministro e dell’Organismo indipendente di valutazione della
performance»;
Visto il decreto-legge 30 aprile 2022, n. 36, recante «Ulteriori
Misure urgenti per l’attuazione del Piano nazionale di ripresa e
resilienza (PNRR)»;
Vista la nota prot. n. 1657 del 15 settembre 2021 con la quale il
Ministero del turismo ha richiesto al Presidente di FormezPA di
aderire alla compagine associativa;
Vista la nota prot. 1162/21 del 10 novembre 2021 con la quale il
Presidente di FormezPA ha comunicato l’ammissione del Ministero del
turismo a detta compagine associativa;
Vista la nota e prot. 2229/2022 dell’11 febbraio 2022 con la
quale il Ministero del turismo ha manifestato l’intenzione di
avvalersi di Formez PA per le attivita’ di supporto alla gestione e
svolgimento delle procedure concorsuali per la selezione di personale
a tempo indeterminato;
Vista la convenzione fra il Ministero del turismo e
l’associazione Formez PA;
Considerato che in virtu’ degli atti citati, il Ministero del
turismo si avvale di Formez PA – Centro servizi, assistenza, studi e
formazione per l’ammodernamento delle P.A – per l’organizzazione e la
realizzazione delle fasi concorsuali, compresa la fase di
acquisizione delle domande di partecipazione e di riscossione della
quota di partecipazione;
Visti gli stanziamenti sui pertinenti capitoli di bilancio dello
stato di previsione per l’anno 2022 del Ministero del turismo;
Tenuto conto della necessita’ di garantire la tutela della salute
pubblica nell’attuale situazione epidemiologica da COVID-19;

Decreta:

Art. 1

adv

Posti messi a concorso e riserve

1. E’ indetta una selezione pubblica per prova scritta e prova
orale per l’assunzione a tempo indeterminato di venti unita’ di
personale, vari profili, da inquadrare nell’area funzionale terza –
fascia retributiva F1:
specialista del settore turistico – dieci – cod. TUR;
specialista nella comunicazione istituzionale – cinque – cod.
COMUN;
specialista del settore informatico ed ingegneristico – cinque
– cod. INF/ING.
2. Il trenta per cento dei posti a concorso previsti e’
riservato, ai sensi dell’art. 24 del decreto legislativo 27 ottobre
2009, n. 150, al personale di ruolo del Ministero del turismo,
purche’ in possesso dei requisiti di cui all’art. 3.
3. Ai sensi degli articoli 678 e 1014 del decreto legislativo 15
marzo 2010, n. 66, il trenta per cento dei posti e’ riservato ai
volontari in ferma breve e ferma prefissata delle Forze armate
congedati senza demerito ovvero durante il periodo di rafferma, ai
volontari in servizio permanente, nonche’ agli ufficiali di
complemento in ferma biennale e agli ufficiali in ferma prefissata
che hanno completato senza demerito la ferma contratta, ove in
possesso dei requisiti previsti dal bando.
4. I posti oggetto di riserva, non coperti dal personale di cui
ai commi 2 e 3, sono conferiti secondo l’ordine di graduatoria.
5. Il candidato che intenda avvalersi della riserva, ne deve fare
espressa dichiarazione nella domanda di partecipazione al concorso.
6. Le riserve di legge, in applicazione della normativa vigente,
e i titoli di preferenza sono valutati esclusivamente ai fini della
formazione della graduatoria finale di merito.
Art. 2

Inquadramento giuridico

1. Il personale assunto verra’ inquadrato nell’area terza –
fascia retributiva F1, del vigente C.C.N.L. – comparto funzioni
centrali.
Art. 3

adv

Requisiti per l’ammissione e termini per il possesso

1. Per l’ammissione al concorso sono richiesti i seguenti
requisiti che devono essere posseduti alla data di scadenza dei
termini per la presentazione della domanda di partecipazione e al
momento dell’assunzione:
a) essere cittadini italiani o di altro Stato membro
dell’Unione europea;
b) idoneita’ fisica allo svolgimento delle funzioni cui il
concorso si riferisce. Tale requisito sara’ accertato prima
dell’assunzione all’impiego;
c) godimento dei diritti civili e politici;
d) non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
e) non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso
una pubblica amministrazione per persistente insufficiente
rendimento, ovvero non essere stati dichiarati decaduti o licenziati
da un impiego statale, ai sensi delle disposizioni di legge e dei
contratti collettivi nazionali di lavoro, per aver conseguito
l’impiego mediante la produzione di documenti falsi e, comunque, con
mezzi fraudolenti, ovvero per aver sottoscritto il contratto
individuale di lavoro a seguito di documenti falsi;
f) non aver riportato condanne penali, passate in giudicato,
per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici e non
avere procedimenti penali in corso, possedere le qualita’ morali e
condotta incensurabili;
g) per i candidati di sesso maschile nati entro il 31 dicembre
1985, posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva;
h) di prestare il proprio consenso al trattamento dei dati
personali secondo le modalita’ e nei limiti della sopracitata
informativa privacy – articoli 13 e 14 del regolamento (UE) 2016/679
– e all’utilizzo da parte dell’Amministrazione e dell’affidatario del
servizio del proprio indirizzo di posta elettronica certificata (PEC)
indicato in domanda presso il quale saranno eseguite tutte le
comunicazioni urgenti e le notifiche personali inerenti la procedura
selettiva;
i) essere in possesso di almeno uno dei seguenti titoli di
studio:
specialista del settore turistico – dieci:
LM-49 «Progettazione e gestione dei sistemi turistici» e
titoli equipollenti o equiparati secondo la normativa vigente;
specialista nella comunicazione istituzionale – cinque:
LM-19 «Informazione e sistemi editoriali», LM-59 «Scienze
della comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicita’», LM-91
«Tecniche e metodi per la societa’ dell’informazione», LM-92 «Teorie
della comunicazione» e LM-93 «Teorie e metodologie dell’e-learning e
dei media education»; e titoli equipollenti o equiparati secondo la
normativa vigente;
specialista del settore informatico ed ingegneristico –
cinque:
LM-18 «Informatica», LM-66 «Sicurezza informatica», LM-91
«Tecniche e metodi per la societa’ dell’informazione» e LM-32
«Ingegneria informatica» e titoli equipollenti o equiparati secondo
la normativa vigente.
2. I titoli sopra citati si intendono conseguiti presso
universita’, o altri istituti equiparati, della Repubblica. I
candidati in possesso di titolo accademico rilasciato da un Paese
dell’Unione europea o da uno Paese terzo sono ammessi alle prove
concorsuali, purche’ il titolo sia stato dichiarato equivalente con
provvedimento della Presidenza del Consiglio dei ministri –
Dipartimento della funzione pubblica, sentito il Ministero
dell’universita’ e della ricerca, ai sensi dell’art. 38, comma 3, del
decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165.
3. I candidati sono ammessi alle prove concorsuali con riserva,
fermo restando la facolta’ del Ministero del turismo di disporre, con
provvedimento motivato, in qualsiasi momento della procedura
concorsuale, l’esclusione dal concorso, per difetto dei prescritti
requisiti, per la mancata o incompleta presentazione della
documentazione prevista o in esito alle verifiche delle dichiarazioni
rese in autocertificazione, richieste dalla medesima procedura
concorsuale.
Art. 4

Pubblicazione del bando, termini e modalita’ di presentazione della
domanda e comunicazioni ai candidati

1. Il presente bando e’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana – 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami», sul sito
internet istituzionale del Ministero del turismo e sul sito di Formez
PA (affidatario del servizio di organizzazione e realizzazione delle
prove concorsuali) http://riqualificazione.formez.it
2. L’invio della domanda deve avvenire unicamente per via
telematica, attraverso il sistema pubblico di identita’ digitale
(SPID), compilando l’apposito modulo elettronico sul sistema
«Step-One 2019», raggiungibile sulla rete internet all’indirizzo
«https://ripam.cloud» previa registrazione del candidato sullo stesso
sistema. Per la partecipazione al concorso il candidato deve essere
in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC).
La registrazione, la compilazione e l’invio on-line della domanda
devono essere completati entro il quindicesimo giorno decorrente dal
giorno successivo a quello di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana – 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami».
Qualora il termine di scadenza per l’invio on-line della domanda cada
in un giorno festivo, il termine sara’ prorogato al primo giorno
successivo non festivo. Sono accettate esclusivamente e
indifferibilmente le domande inviate entro le ore 23,59 di detto
termine.
3. La data di presentazione on-line della domanda di
partecipazione al concorso e’ certificata e comprovata da apposita
ricevuta scaricabile, al termine della procedura di invio, dal
sistema informatico che, allo scadere del suddetto termine ultimo per
la presentazione della domanda, non permette piu’, improrogabilmente,
l’accesso alla procedura di candidatura e l’invio del modulo
elettronico. Ai fini della partecipazione al concorso, in caso di
piu’ invii della domanda di partecipazione, si terra’ conto
unicamente della domanda inviata cronologicamente per ultima,
intendendosi le precedenti integralmente e definitivamente revocate e
private d’effetto.
4. Per la partecipazione al concorso di cui all’art. 1 deve
essere effettuato, a pena di esclusione, il versamento della quota di
partecipazione di euro 10,00 (dieci/00 euro), sulla base delle
indicazioni riportate nel suddetto sistema «Step-One 2019». Il
versamento della quota di partecipazione deve essere effettuato entro
le ore 23,00 del termine di scadenza di cui al comma 2 del presente
articolo. Il contributo di ammissione non e’ rimborsabile.
E’ possibile presentare domanda per un solo profilo.
5. Nell’apposito modulo elettronico di presentazione della
domanda, tenuto conto dell’effettivo possesso dei requisiti che
vengono in tal modo autocertificati ai sensi dell’art. 47 del decreto
del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, i candidati
devono riportare:
a) il cognome, il nome, la data, il luogo di nascita, la
cittadinanza e, se cittadini italiani nati all’estero, il comune
italiano nei cui registri di stato civile e’ stato trascritto l’atto
di nascita;
b) il codice fiscale;
c) la residenza, con l’esatta indicazione del numero di codice
di avviamento postale, il domicilio, ove differente dalla residenza,
con l’esatta indicazione del numero di codice di avviamento postale,
nonche’ il recapito telefonico e il recapito di posta elettronica
certificata, con l’impegno di far conoscere tempestivamente le
eventuali variazioni;
d) il godimento dei diritti civili e politici;
e) di non essere esclusi dall’elettorato politico attivo;
f) di non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego
presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente
rendimento, ovvero non essere stati dichiarati decaduti o licenziati
da un impiego statale, ai sensi della vigente normativa contrattuale,
per aver conseguito l’impiego mediante la produzione di documenti
falsi e, comunque, con mezzi fraudolenti, ovvero per aver
sottoscritto il contratto individuale di lavoro a seguito della
presentazione di documenti falsi;
g) di non aver riportato condanne penali, passate in giudicato,
per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici o di non
avere procedimenti penali in corso di cui si e’ a conoscenza, fermo
restando l’obbligo di indicarli in caso contrario;
h) di essere in possesso dell’idoneita’ fisica all’impiego;
i) di essere in regola nei riguardi degli obblighi di leva (per
i candidati di sesso maschile nati entro il 31 dicembre 1985);
j) il possesso del titolo di studio, con esplicita indicazione
dell’Universita’ che lo ha rilasciato, della data di conseguimento e
del voto riportato;
l) il possesso di eventuali titoli preferenziali o di
precedenza alla nomina previsti dalla vigente normativa;
m) l’indicazione dell’eventuale titolarita’ delle riserve del
presente bando;
n) di aver preso visione di tutti gli articoli del bando e
delle condizioni di ammissione al concorso nonche’ di aver letto e
compreso l’informativa privacy riportata dal bando;
o) di prestare il proprio consenso al trattamento dei dati
personali secondo le modalita’ e nei limiti della sopracitata
informativa privacy – articoli 13 e 14 del regolamento (UE) 2016/679
– e all’utilizzo da parte dell’Amministrazione e dell’affidatario del
servizio del proprio indirizzo di posta elettronica certificata (PEC)
indicato in domanda presso il quale saranno eseguite tutte le
comunicazioni urgenti e le notifiche personali inerenti la procedura
selettiva.
6. I candidati devono inoltre dichiarare esplicitamente di
possedere i requisiti richiesti dal presente bando. I titoli non
espressamente dichiarati nella domanda di ammissione al concorso non
sono presi in considerazione.
7. I candidati con disabilita’ devono specificare, in apposito
spazio disponibile nel modulo elettronico del sistema «Step-One
2019», la richiesta di ausili per lo svolgimento della prova scritta
in funzione della propria necessita’ che deve essere opportunamente
documentata ed esplicitata con apposita dichiarazione resa dalla
commissione medico-legale dell’ASL di riferimento o da equivalente
struttura pubblica. La concessione e l’assegnazione di ausili per lo
svolgimento della prova e’ determinata ad insindacabile giudizio
della commissione esaminatrice, sulla scorta della documentazione
esibita e dell’esame obiettivo di ogni specifico caso. In ogni caso,
i tempi aggiuntivi non eccederanno il 50% del tempo assegnato per la
prova. Tutta la documentazione di supporto alla dichiarazione resa
dovra’ essere caricata sul portale Step One 2019 durante la fase di
inoltro candidatura quando richiesto, i file dovranno essere in
formato pdf. Il mancato inoltro di tale documentazione non consente a
Formez PA di fornire adeguatamente l’assistenza richiesta. Eventuali
gravi limitazioni fisiche, sopravvenute successivamente alla data di
scadenza prevista al punto precedente, che potrebbero prevedere la
concessione di ausili e/o tempi aggiuntivi, dovranno essere
documentate con certificazione medica, che sara’ valutata dalla
commissione esaminatrice, la cui decisione, sulla scorta della
documentazione sanitaria che consenta di quantificare il tempo
aggiuntivo ritenuto necessario, resta insindacabile e inoppugnabile.
Solo ed esclusivamente in questo caso la documentazione potra’ essere
inviata all’indirizzo [email protected]
8. Formez PA effettua controlli a campione sulla veridicita’
delle dichiarazioni rese dal candidato mediante il sistema «».
Qualora il controllo accerti la falsita’ del contenuto delle
dichiarazioni, il candidato e’ escluso dalla selezione ferme restando
le sanzioni penali previste dall’art. 76 del decreto del Presidente
della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445.
9. La mancata esclusione da ognuna delle fasi del procedimento
selettivo non costituisce, in ogni caso, garanzia della regolarita’,
ne’ sana l’irregolarita’ della domanda di partecipazione al concorso.
10. Formez PA e Ministero del turismo non sono responsabili in
caso di mancato recapito delle proprie comunicazioni inviate al
candidato quando cio’ sia dipendente da dichiarazioni inesatte o
incomplete rese dal candidato circa il proprio recapito, oppure da
mancata o tardiva comunicazione del cambiamento del predetto recapito
rispetto a quello indicato nella domanda, nonche’ da eventuali
disguidi imputabili a fatto di terzo, a caso fortuito o forza
maggiore.
11. Non saranno considerate valide le domande inviate con
modalita’ diverse da quelle prescritte e quelle compilate in modo
difforme o incompleto rispetto a quanto indicato nel presente bando
di concorso.
12. Per le richieste di assistenza di tipo informatico legate
alla procedura di iscrizione on-line i candidati devono utilizzare,
esclusivamente e previa lettura della guida alla compilazione della
domanda presente in home page e delle relative FAQ, l’apposito modulo
di assistenza presente sul portale «Step-One 2019». Per altri tipi di
richieste legate alla procedura selettiva i candidati devono
utilizzare, esclusivamente e previa completa compilazione, gli
appositi moduli di assistenza presenti nelle diverse sezioni della
procedura di registrazione o di candidatura del sistema «Step-One
2019». Non e’ garantita la soddisfazione entro il termine di scadenza
previsto per l’invio della domanda di partecipazione delle richieste
inviate nei tre giorni antecedenti il medesimo termine. Le richieste
pervenute in modalita’ differenti da quelle sopra indicate non
potranno essere prese in considerazione.
13. Ogni comunicazione concernente il concorso, compreso il
calendario della prova scritta e della prova orale e il relativo
esito, e’ effettuata anche attraverso il sistema «Step-One 2019» e
pubblicata sul sito http://riqualificazione.formez.it
14. In caso di prolungata e significativa indisponibilita’ del
Sistema informativo, il Formez si riserva di informare i candidati,
al ripristino delle attivita’, circa le eventuali determinazioni da
adottare al riguardo, mediante avviso pubblicato sul portale di cui
al comma precedente.
Art. 5

Prove di esame

Prova scritta
1. La prova scritta consiste nella risoluzione di 60 quesiti a
risposta multipla per accertare la conoscenza delle materie
specificate di seguito per ciascun profilo:
specialista del settore turistico – dieci – cod. TUR;
economia e gestione delle imprese turistiche; geografia del
turismo; legislazione del turismo; letteratura italiana; storia
economica del turismo; elementi di diritto amministrativo e degli
enti locali; elementi contabilita’ di stato e degli enti pubblici;
specialista nella comunicazione istituzionale – cinque – cod.
COMUN;
teoria e tecnica della comunicazione; sociologia dei processi
culturali e comunicativi; psicologia sociale; teoria e tecnica della
comunicazione multimediale; quadro normativo riguardante:
l’informazione, la comunicazione pubblica, la trasparenza nelle
pubblica amministrazione e negli enti pubblici, la tutela dei dati
personali; utilizzo delle nuove tecnologie e qualita’ della
comunicazione pubblica su internet; linee guida per i siti web della
P.A.; competenze redazionali e di scrittura di testi nei diversi
contesti web (siti, social media, newsletter, ecc.); tecniche di
semplificazione del linguaggio amministrativo; nozioni di diritto
amministrativo, con particolare riferimento alla disciplina del
procedimento amministrativo e dell’accesso agli atti e all’accesso
civico;
specialista del settore informatico ed ingegneristico – cinque
– cod. INF/ING;
specifiche dei requisiti, analisi e progettazione dei sistemi
informativi; la sicurezza informatica; architetture di reti e dei
sistemi di comunicazione, con particolare riferimento al cloud
computing; Codice dell’amministrazione digitale (decreto legislativo
7 marzo 2005, n. 82 e successive modificazioni e integrazioni); la
protezione dei dati personali nel settore turistico; verifica e
validazione dei sistemi software; modelli dei dati.
Per tutti i profili sopra elencati: utilizzo delle applicazioni
informatiche e dei software piu’ diffusi; conoscenza della lingua
inglese.
2. Non e’ prevista la pubblicazione della banca dati dei quesiti
prima dello svolgimento della prova.
3. I candidati devono presentarsi puntualmente nella sede, nel
giorno e all’ora stabilita, con un valido documento di
riconoscimento, il codice fiscale e la ricevuta rilasciata dal
sistema informatico al momento della compilazione on-line della
domanda. Durante la prova i candidati non possono introdurre nella
sede di esame carta da scrivere, pubblicazioni, raccolte normative,
vocabolari, testi, appunti di qualsiasi natura e telefoni cellulari o
altri dispositivi mobili idonei alla memorizzazione o trasmissione
dati o allo svolgimento di calcoli matematici, ne’ possono comunicare
tra loro. In caso di violazione di tali disposizioni la commissione
esaminatrice o il comitato di vigilanza, ove presente, dispone
l’immediata esclusione dal concorso. L’assenza del candidato in sede
di svolgimento della prova nella data e nell’ora stabilita per
qualsiasi causa, ancorche’ dovuta a forza maggiore, nonche’ la
violazione delle misure per la tutela della salute pubblica a fronte
della situazione epidemiologica comportera’ l’esclusione dal
concorso.
4. La prova si svolgera’ esclusivamente mediante l’utilizzo di
strumenti informatici e piattaforme digitali. Ogni comunicazione
concernente la prova, compreso il calendario e il relativo esito, e’
effettuata attraverso il predetto sistema «Step-One 2019». La data e
il luogo di svolgimento della prova, nonche’ le misure a tutela della
salute pubblica a fronte della situazione epidemiologica ovvero le
misure vigenti all’atto di svolgimento della medesima prova sono resi
disponibili sul sistema «Step-One 2019» almeno dieci giorni prima
della data stabilita per lo svolgimento della stessa. Eventuali
indicazioni specifiche in ordine alla prova sono definite dalla
commissione esaminatrice e comunicate attraverso il sistema «Step-One
2019», sul sito http://riqualificazione.formez.it e sul sito
istituzionale del Ministero del turismo.
5. La valutazione della prova sara’ espressa in trentesimi. La
prova si intendera’ superata al raggiungimento del punteggio minimo
di 21/30.
I punteggi saranno attribuiti secondo le seguenti modalita’:
+ 0,50 ad ogni risposta corretta;
– 0,15 ad ogni risposta errata;
0 ad ogni risposta non data;
L’elenco dei candidati che hanno superato la prova scritta viene
reso noto mediante pubblicazione sul sistema «Step-One 2019» e sul
sito istituzionale del Ministero del turismo.
6. Ai candidati ammessi alla prova orale verra’ data
comunicazione, almeno venti giorni prima della prova stessa, con
apposito e successivo avviso verranno comunicate, attraverso il
sistema «Step-One 2019» e sul sito istituzionale del Ministero del
turismo, le modalita’ di svolgimento della prova orale.
Prova orale
La prova orale vertera’ sulle stesse materie oggetto della prova
scritta.
La valutazione della prova orale sara’ espressa in trentesimi. La
prova si intendera’ superata al raggiungimento del punteggio minimo
di 21/30.
L’assenza del candidato in sede di svolgimento della prova orale
nella data e nell’ora stabilita per qualsiasi causa, ancorche’ dovuta
a forza maggiore, nonche’ la violazione delle misure per la tutela
della salute pubblica a fronte della situazione epidemiologica
comportera’ l’esclusione dal concorso.
Art. 6

Commissione esaminatrice

1. La commissione esaminatrice e’ nominata dal Ministero del
turismo sulla base dei criteri previsti dal decreto del Presidente
della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487 e successive modificazioni. La
commissione esaminatrice e’ competente per l’espletamento di tutte le
fasi del concorso, compresa la formazione delle graduatorie finali di
merito.
2. La commissione esaminatrice e’ costituita da tre componenti di
cui uno con funzioni di presidente. Svolge le funzioni di segretario
un funzionario della qualifica prevista dall’art. 9, comma 2, del
decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487 e
successive modificazioni.
3. Almeno un terzo dei posti di componente della predetta
commissione e’ riservato alle donne, ai sensi dell’art. 57, lettera
A), del decreto legislativo n. 165/2001.
4. Alla commissione esaminatrice possono essere aggregati membri
aggiunti per la valutazione della conoscenza della lingua inglese o
di altre lingue e delle competenze informatiche.
Art. 7

Preferenze e precedenze

1. A parita’ di punteggio si applicano le preferenze previste
dall’art. 5 del decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio
1994, n. 487, e successive modifiche o integrazioni.
2. I predetti titoli devono essere posseduti al termine di
scadenza per la presentazione della domanda ed essere espressamente
dichiarati nella domanda di ammissione alle prove concorsuali.
3. Entro il termine perentorio di quindici giorni, decorrenti dal
giorno successivo alla pubblicazione dell’elenco relativo alla prova
scritta, il candidato che ha superato la prova scritta e che intende
far valere i titoli di preferenza elencati nel presente articolo,
avendoli espressamente dichiarati nella domanda di ammissione al
concorso, deve presentare o far pervenire, a mezzo posta elettronica
certificata all’indirizzo [email protected], la documentazione
in carta semplice attestante il possesso di eventuali titoli di
preferenza o le relative dichiarazioni sostitutive di cui agli
articoli 46 e 47 del decreto del Presidente della Repubblica 28
dicembre 2000, n. 445. Nella dichiarazione sostitutiva il candidato
deve indicare, l’amministrazione che ha emesso il provvedimento di
conferimento del titolo di preferenza e la data di emissione.
4. Dalle dichiarazioni sostitutive deve risultare il possesso dei
titoli di preferenza alla data di scadenza del termine utile per la
presentazione della domanda di ammissione al concorso.
Art. 8

Graduatoria finale

1. La commissione esaminatrice stila la graduatoria finale di
merito, sia sulla base del punteggio conseguito da ciascun candidato
nella prova scritta e nella prova orale, sia sulla base degli
eventuali titoli di preferenza.
2. Con apposito provvedimento dell’Amministrazione, e’ approvata
la graduatoria finale e sono dichiarati i vincitori del concorso,
sotto condizione dell’accertamento del possesso dei requisiti
prescritti per l’ammissione all’impiego.
3. L’ufficio competente della direzione generale degli affari
generali e delle risorse umane procedera’ a verifica della
veridicita’ delle dichiarazioni rese da tutti i candidati risultati
vincitori.
4. Nella formazione della graduatoria la commissione deve tener
conto di quanto previsto dall’art. 5 del decreto del Presidente della
Repubblica n. 487/1994 e successive modificazioni ed integrazioni in
materia di categorie riservatarie e preferenze, nonche’ di quanto
stabilito in materia dalla vigente normativa in merito alle riserve
dei posti previste dal presente bando.
5. Di tale provvedimento e’ data notizia mediante avviso nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – 4ª Serie speciale
«Concorsi ed esami» ed e’ pubblicato sul sito istituzionale del
Ministero del turismo, oltre che sul sistema «Step-One 2019» e sul
sito http://riqualificazione.formez.it
6. Tale pubblicazione ha valore di notifica a tutti gli effetti.
7. Dalla data di pubblicazione dell’avviso di cui al comma 5,
decorre il termine di quindici giorni per presentare reclamo scritto
per eventuali errori od omissioni, nonche’ il termine di decorrenza
per eventuali impugnative.
Art. 9

Assunzione dei vincitori

1. Ai candidati vincitori sara’ data comunicazione dell’esito del
concorso all’indirizzo pec comunicato dal candidato al momento della
presentazione della domanda. In caso di rinuncia all’assunzione da
parte dei vincitori, o di dichiarazione di decadenza dei medesimi,
subentreranno i primi idonei in ordine di graduatoria.
2. L’assunzione dei vincitori avviene compatibilmente con i
limiti imposti dalla vigente normativa in materia di vincoli
finanziari e regime delle assunzioni.
3. Prima di procedere alla stipulazione del contratto individuale
di lavoro, ai fini dell’assunzione vengono acquisite d’ufficio, ai
sensi dell’art. 43, comma 1 del decreto del Presidente della
Repubblica n. 445/2000, le informazioni oggetto delle dichiarazioni
sostitutive rilasciate dai candidati nella domanda, nonche’ i dati e
i documenti richiesti dal bando, in possesso delle pubbliche
amministrazioni. A tal fine i candidati sono tenuti ad indicare,
nella domanda, tutti gli elementi indispensabili per il reperimento
della documentazione di cui al periodo precedente.
Art. 10

Accesso agli atti

1. I candidati possono esercitare il diritto di accesso agli atti
della procedura concorsuale, ai sensi delle vigenti disposizioni di
legge e del «Regolamento per l’accesso ai documenti formati o
detenuti da Formez PA e a quelli oggetto di pubblicazione»
disponibile sul sito http://riqualificazione.formez.it
2. Con la presentazione della domanda di partecipazione alla
suddetta procedura il candidato dichiara di essere consapevole che
eventuali richieste di accesso agli atti da parte dei partecipanti
saranno evase da Formez PA previa informativa ai titolari di tutti
gli atti oggetto delle richieste e facenti parte del fascicolo
concorsuale del candidato. A tal fine i candidati, nel caso di
legittimo esercizio del diritto di accesso, autorizzano la visione e
l’estrazione di copie degli atti inerenti alla procedura medesima.
3. Per le spese di segreteria e/o di riproduzione degli atti non
consultabili on-line con le proprie credenziali, i candidati sono
tenuti a versare la quota prevista dal suddetto «Regolamento per
l’accesso ai documenti formati o detenuti da Formez PA e a quelli
oggetto di pubblicazione» disponibile sul sito
http://riqualificazione.formez.it secondo le modalita’ ivi previste.
4. All’atto del versamento occorre indicare la causale «accesso
agli atti concorso Ministero del turismo – Codice (indicare quello
specifico del profilo per il quale si chiede l’accesso)». La ricevuta
dell’avvenuto versamento deve essere esibita al momento della
presentazione presso la sede Formez PA di Roma per la visione e
riproduzione degli atti richiesti o all’atto della richiesta
telematica.
5. Il responsabile unico del procedimento e’ il dirigente
preposto all’Ufficio I della Direzione generale affari generali e
risorse umane.
Art. 11

Trattamento dei dati personali

1. I dati raccolti con la domanda di partecipazione alla
procedura di selezione sono trattati esclusivamente per le finalita’
connesse all’espletamento della procedura stessa e per le successive
attivita’ inerenti all’eventuale procedimento di assunzione, nel
rispetto della normativa specifica.
2. I dati forniti dai candidati per la partecipazione alla
selezione pubblica possono essere inseriti in apposite banche dati
nonche’ trattati e conservati, nel rispetto degli obblighi previsti
dalla normativa vigente e per il tempo necessario connesso alla
gestione della procedura selettiva e delle graduatorie, in archivi
informatici/cartacei per i necessari adempimenti che competono al
Formez PA, all’Amministrazione destinataria del presente bando e alla
commissione esaminatrice in ordine alle procedure selettive, nonche’
per adempiere a specifici obblighi imposti da leggi, regolamenti e
dalla normativa comunitaria.
3. Il conferimento dei dati e’ obbligatorio ed il rifiuto di
fornire gli stessi comporta l’impossibilita’ di dar corso alla
valutazione della domanda di partecipazione alla selezione, nonche’
agli adempimenti conseguenti e inerenti alla procedura concorsuale.
4. I dati personali in questione sono trattati, nel rispetto
delle disposizioni di legge, con l’impiego di misure di sicurezza
atte a garantire la riservatezza del soggetto interessato cui i dati
si riferiscono.
5. Il titolare del trattamento dei dati personali e’ il Ministero
del turismo.
Il contatto al quale l’interessato puo’ rivolgersi per esercitare
i propri diritti e’ il seguente:
Ministero del turismo, con sede in Roma, (Italia), via di Villa
Ada, n. 55, cap. 00198 – tel. 06/170179050-058 PEC.
[email protected]
6. Il responsabile del trattamento e’ Formez PA con sede legale e
amministrativa in viale Marx, 15 – 00137 Roma e, per esso il
dirigente della Direzione reclutamento.
7. I dati personali possono essere comunicati ad altri soggetti,
pubblici e privati, quando cio’ e’ previsto da disposizioni di legge
o di regolamento.
8. I dati personali possono essere oggetto di diffusione nel
rispetto delle delibere dell’Autorita’ garante per la protezione dei
dati personali.
9. L’interessato puo’ esercitare, alle condizioni e nei limiti di
cui al regolamento UE 2016/679, i diritti previsti dagli articoli 15
e seguenti dello stesso: l’accesso ai propri dati personali, la
rettifica o la cancellazione dei dati, la limitazione del
trattamento, la portabilita’ dei dati, l’opposizione al trattamento.
10. Gli interessati possono, altresi’, esercitare il diritto di
proporre reclamo all’Autorita’ garante per la protezione dei dati
personali.
11. Gli interessati possono, inoltre, contattare il responsabile
della protezione dei dati per tutte le questioni relative al
trattamento dei loro dati personali e all’esercizio dei loro diritti
derivanti dal regolamento.
12. In relazione all’espletamento della procedura concorsuale, i
dati di contatto con il responsabile della protezione dei dati sono:
per il Ministero del turismo: indirizzo di posta elettronica
certificata: [email protected]
13. Tali punti di contatto concernono le sole problematiche
inerenti al trattamento dei dati personali e non l’andamento della
procedura concorsuale o la presentazione di istanze di autotutela.
Art. 12

Norme di salvaguardia

1. Per quanto non previsto dal presente bando trova applicazione,
in quanto compatibile, la normativa nazionale vigente in materia.
2. Il presente decreto e’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana – 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami» e
sul sito istituzionale del Ministero del turismo, Sezione
Amministrazione Trasparente.
3. Dal giorno della pubblicazione del presente bando decorrono i
termini per eventuali impugnative secondo la normativa vigente.
4. L’Amministrazione si riserva la facolta’ di annullare o
revocare il presente bando di concorso, sospendere o rinviare lo
svolgimento dello stesso, anche per cause operative o tecniche non
prevedibili, nonche’ le connesse attivita’ di assunzione; sospendere
l’assunzione dei vincitori in ragione di esigenze attualmente non
valutabili ne’ prevedibili, anche in applicazione di disposizioni di
contenimento della spesa pubblica che impedissero, in tutto o in
parte, o imponessero di differire o ritardare assunzioni di
personale.

Roma, 12 maggio 2022

Il direttore generale: Lagana’