CONCORSO – COMUNE DI CARMAGNOLA

Ente: COMUNE DI CARMAGNOLA
Gazzetta Ufficiale Numero: 66 – Emessa 18 / 08 / 2022
Regione: Piemonte
Provincia: TO
Comune: Carmagnola
Scadenza: 20 settembre 2022

 

adv

IL VICE DIRETTORE GENERALE
per il personale militare

Visto il decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66, concernente
«Codice dell’ordinamento militare» e successive modifiche e
integrazioni;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 15 marzo 2010,
n. 90, recante «Testo unico delle disposizioni regolamentari in
materia di ordinamento militare» e successive modifiche e
integrazioni;
Visto il decreto dirigenziale n. M_D GMIL REG2021 0463356 del 19
ottobre 2021, emanato dalla Direzione generale per il personale
militare (DGPM), pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – 4ª Serie
speciale «Concorsi ed esami» – n. 87 del 2 novembre 2021, con il
quale e’ stato indetto, per il 2022, il bando per il reclutamento di
ottocento volontari in ferma prefissata di un anno (VFP 1)
nell’Aeronautica militare e successiva modifica;
Visto l’art. 1 del decreto legislativo 27 dicembre 2019, n. 173,
che ha modificato l’art. 640 del decreto legislativo 15 marzo 2010,
n. 66, con l’introduzione dei commi 1-bis e 1-ter;
Visto il foglio M_D ARM001 REG2022 0073573 del 13 luglio 2022,
con il quale lo Stato maggiore dell’Aeronautica ha chiesto di
modificare, nei termini ivi indicati, il bando di reclutamento;
Tenuto conto che l’art. 1, comma 6 del citato decreto
dirigenziale n. M_D GMIL REG2021 0463356 del 19 ottobre 2021, prevede
la possibilita’ di apportare modifiche al bando di reclutamento;
Visto il decreto ministeriale 16 gennaio 2013 -registrato alla
Corte dei conti il 1° marzo 2013, registro n. 1, foglio n. 390 –
concernente, tra l’altro, struttura ordinativa e competenze della
DGPM;
Visto il decreto dirigenziale in data 7 maggio 2020 -registrato
alla Corte dei conti il 27 maggio 2020, al n. 1456 – con il quale al
dirigente dott. Alfredo Venditti e’ stato conferito l’incarico di
vice direttore generale della Direzione generale per il personale
militare;
Visto il decreto dirigenziale n. M_D AB05933 REG2022 0393856
dell’8 luglio, emanato dalla DGPM con cui, al vice direttore della
DGPM dirigente dott. Alfredo Venditti, e’ stata conferita la delega
all’adozione, anche di concerto con autorita’ di pari rango del Corpo
delle capitanerie di porto, di taluni atti di gestione amministrativa
in materia di reclutamento del personale delle Forze armate e
dell’Arma dei carabinieri;

Decreta:

Art. 1

adv

L’art. 1 del decreto dirigenziale n. M_D GMIL REG2021 0463356 del
19 ottobre 2021, e’ cosi’ modificato:
«1. Per il 2022 e’ indetto un bando di reclutamento
nell’Aeronautica militare di ottocento VFP 1, di cui:
a) settecentocinquanta “ordinari” per categorie varie che
saranno assegnate dalla Forza armata;
b) cinquanta per il settore d’impiego “COMOS
(STOS/Incursori)”.
2. Il reclutamento e’ effettuato in un unico blocco, con due
distinti incorporamenti, cosi’ suddivisi:
1° incorporamento, previsto presumibilmente nel mese di
giugno/luglio 2022, per i primi duecentocinquanta candidati idonei
utilmente classificati nella graduatoria di merito “VFP 1 ordinari”;
2° incorporamento, previsto presumibilmente nel mese di
ottobre 2022, per i successivi cinquecento candidati idonei utilmente
classificati nella graduatoria di merito “VFP 1 ordinari” e cinquanta
per il settore d’impiego “COMOS (STOS/Incursori)”.
La domanda di partecipazione puo’ essere presentata dal 5
novembre 2021 al 4 dicembre 2021, per i nati dal 4 dicembre 1996 al 4
dicembre 2003, estremi compresi.
Il numero e le date degli incorporamenti e il numero di
candidati da convocare agli accertamenti previsti dal presente
decreto possono subire modifiche in relazione alla rimodulazione del
calendario concorsuale/formativo della Scuola volontari dell’A.M. di
Taranto (SVAM) nel caso ritenuto necessario in conseguenza dello
stato di emergenza epidemiologica nazionale. Nelle prescrizioni
tecniche pubblicate secondo le modalita’ di cui al successivo art. 5
verranno riportate le condizioni di accesso presso la SVAM
coerentemente con lo stato vigente del rischio epidemiologico.
Inoltre, l’ammissione dei vincitori agli incorporamenti potra’
avvenire, nel rispetto dell’ordine derivante dalla graduatoria di
merito, in modo frazionato, cadenzato e continuativo in relazione
alle eventuali esigenze di natura organizzativa e logistica della
SVAM. Nei confronti dei vincitori agli incorporamenti potranno essere
adottate le misure precauzionali riportate nelle suddette
prescrizioni tecniche.
3. Il 10% dei posti disponibili e’ riservato alle seguenti
categorie previste dall’art. 702 del decreto legislativo 15 marzo
2010, n. 66: diplomati presso le Scuole militari; assistiti
dell’Opera nazionale di assistenza per gli orfani dei militari di
carriera dell’Esercito; assistiti dell’Istituto Andrea Doria, per
l’assistenza dei familiari e degli orfani del personale della Marina
militare; assistiti dell’Opera nazionale figli degli aviatori;
assistiti dell’Opera nazionale di assistenza per gli orfani dei
militari dell’Arma dei carabinieri; figli di militari deceduti in
servizio.
In caso di mancanza, anche parziale, di candidati idonei
appartenenti alle suindicate categorie di riservatari, i relativi
posti saranno devoluti agli altri concorrenti idonei, secondo
l’ordine di graduatoria.
4. Le domande devono essere presentate, entro il termine
previsto, secondo la modalita’ specificata nel successivo art. 4.
5. I candidati che intendano concorrere per il settore
d’impiego “VFP 1 COMOS (STOS/Incursori)” possono esprimere tale
gradimento in sede di presentazione della domanda, accettando di
sottoporsi alle selezioni comuni per il rilascio dell’idoneita’ quale
“VFP 1 ordinario” e proseguendo l’iter selettivo specifico previsto
per il settore “COMOS (STOS/Incursori)”. Qualora idonei vincitori per
il settore d’impiego “COMOS (STOS/Incursori)”, saranno assegnati a
detto settore; qualora idonei quali VFP 1 “ordinari” ma inidonei per
il settore “COMOS (STOS/Incursori)”, ovvero idonei non vincitori per
detto settore, saranno collocati nella graduatoria generale VFP 1
“ordinari” di cui al successivo art. 6, lettera d) e assegnati, se
vincitori, a detto settore d’impiego.
6. Resta impregiudicata per l’amministrazione della difesa la
facolta’, esercitabile in qualunque momento, di revocare il presente
bando di reclutamento, variare il numero dei posti, modificare,
annullare, sospendere o rinviare lo svolgimento delle attivita’
previste dal presente bando, in ragione di esigenze attualmente non
valutabili ne’ prevedibili, ovvero in applicazione di leggi di
bilancio dello Stato o finanziarie o di disposizioni di contenimento
della spesa pubblica.
In tal caso, l’amministrazione della difesa ne dara’ immediata
comunicazione nel sito internet del Ministero della difesa
(www.difesa.it area siti di interesse e approfondimenti, link
concorsi e scuole militari e successivo link reclutamento volontari e
truppa), che avra’ valore di notifica a tutti gli effetti per gli
interessati. In ogni caso la stessa amministrazione provvedera’ a
formalizzare la citata comunicazione mediante avviso pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – 4ª Serie speciale
«Concorsi ed esami».
7. Nel caso in cui l’amministrazione eserciti la potesta’ di
auto-organizzazione prevista dal comma precedente, non sara’ dovuto
alcun rimborso pecuniario ai candidati circa eventuali spese dagli
stessi sostenute per la partecipazione alle selezioni concorsuali.».
Art. 2

L’art. 15 del decreto dirigenziale n. M_D GMIL REG2021 0463356
del 19 ottobre 2021, e’ cosi’ modificato:
«1. Per ogni singolo incorporamento saranno convocati presso la
SVAM, per la frequenza del corso di formazione di base per VFP 1, i
candidati risultati idonei agli accertamenti psico-fisici e
attitudinali e alle prove di efficienza fisica da ammettere alla
ferma prefissata di un anno, sulla base della graduatoria per il
settore d’impiego “VFP 1 ordinari” di cui all’art. 12 fino alla
copertura dei posti previsti dall’art. 1, comma 1, lettera a).
2. I candidati risultati idonei per il settore d’impiego “VFP 1
ordinari” che hanno partecipato all’iter selettivo per il settore
d’impiego “COMOS (STOS/Incursori)” e che sono risultati idonei agli
accertamenti psico-fisici e attitudinali e alle prove di efficienza
fisica specifiche per tale settore, saranno convocati presso la SVAM
per la frequenza del corso di formazione di base per VFP 1 con il 2°
incorporamento sulla base della graduatoria del settore d’impiego
“COMOS (STOS/Incursori)” di cui all’art. 12, fino alla copertura dei
posti previsti dall’art. 1, comma 1, lettera b).
Successivamente frequenteranno la 1^ fase del Corso FOSAM – 1°
Livello presso il 17° Stormo di Furbara qualora, al termine del corso
di formazione di base per VFP 1, superino le fasi propedeutiche
previste per l’accesso al Corso FOSAM – 1° Livello. Il mancato
superamento delle predette fasi intermedie comporta il rientro nella
gestione del settore d’impiego ordinari.
3. I candidati risultati idonei per il settore d’impiego “COMOS
(STOS/Incursori)”, non rientranti nei limiti dei posti previsti per
il settore d’impiego “COMOS (STOS/Incursori)” ma rientranti nei
citati limiti dei posti previsti per il settore d’impiego “VFP 1
ordinari”, verranno convocati, sulla base alla graduatoria di cui
all’art. 12, per il settore d’impiego “VFP1 ordinari” presso la SVAM,
per la frequenza del corso di formazione di base per VFP 1.
4. La convocazione degli interessati per ogni singolo
incorporamento e’ effettuata a cura della DGPM con le modalita’
indicate nell’art. 5 e contiene l’indicazione della data e dell’ora
di presentazione presso la SVAM. Le prescrizioni tecniche per il
contenimento del rischio biologico di cui al precedente art. 1 comma
2, possono indicare motivi per cui richiedere alla DGPM il
differimento al primo incorporamento utile.
5. Il mancato superamento del corso basico di formazione, salvo
i casi di infermita’ dipendente da causa di servizio, comportera’ il
proscioglimento dalla ferma da parte della DGPM, su proposta della
SVAM. Il predetto provvedimento, non comportera’ comunque preclusione
alla partecipazione ad altri concorsi, come citato nel precedente
art. 2, comma 1, lettera e).
6. I candidati dovranno presentare, entro il termine e secondo
le modalita’ loro indicate nella convocazione, pena la decadenza
dall’arruolamento, l’autocertificazione, redatta conformemente
all’allegato G al presente bando, attestante il mantenimento dei
requisiti dichiarati nella domanda di partecipazione. Tale documento
sara’ acquisito e inserito nel fascicolo personale dell’interessato a
cura della SVAM.
I candidati vincitori dovranno, inoltre, produrre – ai fini
dell’attribuzione del profilo sanitario ancora non definito per la
caratteristica somato-funzionale AV-EI – l’originale del referto,
rilasciato da struttura sanitaria pubblica, anche militare, o privata
accreditata con il Servizio sanitario nazionale di analisi di
laboratorio concernente il dosaggio quantitativo del G6PD, eseguito
sulle emazie ed espresso in termini di percentuale di attivita’
enzimatica. I predetti candidati che presenteranno un deficit di G6PD
e ai quali, per tale deficit, sara’ attribuito il coefficiente 3 o 4
nella caratteristica somato-funzionale AV-EI, dovranno rilasciare la
dichiarazione di ricevuta informazione e di responsabilizzazione,
redatta conformemente all’allegato H al presente bando, tenuto conto
che per la caratteristica somato-funzionale AV, indipendentemente dal
coefficiente assegnato, la carenza accertata, totale o parziale,
dell’enzima G6PD non puo’ essere motivo di esclusione per il settore
d’impiego “VFP 1 ordinari”, ai sensi dell’art. 1 della legge 12
luglio 2010, n. 109, richiamata nelle premesse del bando.
7. I candidati convocati per l’incorporazione, nei numeri e con
le modalita’ stabiliti dal presente bando, saranno sottoposti a
visita medica volta ad accertare il mantenimento dei requisiti di
idoneita’ previsti.
8. I vincitori di concorso saranno sottoposti, ove necessario,
al completamento del profilo vaccinale, secondo le modalita’ definite
nella “Direttiva tecnica in materia di protocolli sanitari per la
somministrazione di profilassi vaccinali al personale militare,
allegata al decreto interministeriale 16 maggio 2018. A tal fine,
dovranno presentare, all’atto dell’incorporazione il certificato
originale, con data di rilascio non antecedente ad un anno dalla data
di presentazione, attestante l’esecuzione del ciclo completo delle
vaccinazioni previste per la propria fascia d’eta’, ai sensi del
decreto-legge 7 giugno 2017, n. 73, convertito, con modificazioni,
dalla legge 31 luglio 2017, n. 119, nonche’ quelle eventualmente
effettuate per turismo e per attivita’ lavorative pregresse (in caso
di assenza della relativa vaccinazione, il dosaggio degli anticorpi
per morbillo, rosolia e parotite).
Informazioni in ordine agli eventuali rischi derivanti dal
protocollo vaccinale saranno rese ai vincitori incorporati dal
personale sanitario di cui alla Sezione 6 della “Direttiva tecnica in
materia di protocolli sanitari per la somministrazione di profilassi
vaccinali al personale militare”.
9. I candidati convocati per l’incorporazione dovranno altresi’
produrre il codice IBAN del proprio conto corrente, al fine di
consentire il corretto accreditamento dello stipendio.
10. L’ammissione alla ferma prefissata di un anno decorrera’,
per gli effetti giuridici, dalla data di prevista incorporazione e,
per quelli amministrativi, dalla data di effettiva presentazione
presso la SVAM. I candidati che non si presenteranno nella data
fissata nella convocazione saranno considerati rinunciatari e i
relativi posti potranno essere coperti, entro il quinto giorno di
corso, secondo le modalita’ previste dall’art. 13.
11. Entro sedici giorni dall’avvenuta incorporazione, la SVAM
dovra’ inviare alla DGPM copia del relativo verbale, con
l’indicazione delle date di decorrenza giuridica e amministrativa dei
singoli candidati.
12. La DGPM determinera’, con decreto dirigenziale,
l’ammissione degli incorporati alla ferma prefissata di un anno
nell’Aeronautica militare, con riserva dell’accertamento, anche
successivo, del possesso dei requisiti di partecipazione alla
procedura di reclutamento.
13. I candidati provenienti dal congedo incorreranno nella
perdita del grado precedentemente rivestito a decorrere dalla data di
incorporazione.».
Il presente decreto sara’ sottoposto al controllo ai sensi della
normativa vigente e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 30 luglio 2022

Il vice direttore generale: Venditti

 

adv